Torta di mele e mandorle

Stanno finendo e cedono il passo alle fragole, alle nespole e a tutta la meravigliosa frutta del periodo estivo: un’ultima torta di mele non ce la facciamo, prima che sia tardi?

E’ ottima per la colazione e la merenda e il suo profumo di spande ovunque e sa tanto di casa della nonna… imperdibile!

La versione che vi propongo e’ facile e a riuscita sicura e il sapore e’ davvero intenso.

INGREDIENTI

300 gr di farina bianca per dolci

30 gr di mandorle spellate, tostate e tritate fini

80 gr di burro sciolto in poco latte

125 gr di zucchero

2 uova

1 bustina di lievito per dolci

3 mele grosse e mature

3 cucchiai di zucchero di canna passato al mixer

 

PROCEDIMENTO

1.In una terrina sbattete le uova con lo zucchero e aggiungete il burro fuso nel latte e riportato quasi a tempertura ambiente

2. Amalgamate bene e setacciate lentamente sul composto la farina per dolci

3. Quando vedrete che la massa e’ bella omogenea e “scrive” aggiungete la bustina di lievito -anch’essa setacciata- e poi alcuni spicchi di mela e le mandorle tritate, mescolando bene.
La massa deve essere abbastanza densa da reggere le fettine di mela che andrete successivamente ad appoggiarci sopra.
Poiche’ ogni farina ha una resa leggermente diversa seconda della macinatura e del grado di umidita’ e le uova anche possono variare leggermente di dimensioni, prevedete la possibilita’ di aggiungere, se necessario, un cucchiaio di farina.
Anzi: fate scendere la farina piano piano mentre mescolate, in modo da dosarla anche nel caso che invece di 300 g ne bastassero un pochino meno.

4. Foderate bene una tortiera a bordi alti con la carta da forno, eventualmente aiutandovi con del burro per tenerla ferma: cercate di fare un bel lavoro, perche’ se lascerete troppe pieghe nella carta esse si imprimeranno sul bordo della torta

5. Versate tutto nella tortiera e scuotetela un pochino per livellare la superficie

6. Disponete gli spicchi di mela a raggiera sulla superficie della torta, spargendo poi su di essi un pochino di zucchero di canna passato al mixer

7. Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per i primi 10 minuti e poi aumentate a 200 gradi la temperatura, proseguendo la cottura fino al tempo desiderato.
La prova dello stecchino -che deve uscire perfettamente pulito e asciutto, sara’ risolutiva, perche’ ogni forno e’ un mondo a se’, quindi calcolare la durata esatta della cottura e’ una cosa che va fatta per ogni singolo elettrodomestico.

Fondamentale sara’ invece non aprire il forno nei primi 20 minuti di cottura, in modo da non sgonfiare il dolce.

La torta restera’ soffice, ma leggermente umida all’interno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*