Torta di nocciole

 

Com’e’ andata, che mi sono trovata a fare la torta di nocciole?
Ieri ho visto che avevo ancora una busta di nocciole tostate, che sarebbe stato bene finire prima che diventassero amare andando a scadenza, e ho deciso di fare i baci di dama.
Proprio quando avevo tirato fuori il mixer per ridurle ad una crema ed iniziare a procedere, e’ arrivata la mia vicina.
Di solito si manifesta scavalcando la recinzione del giardino (passare dal cancello e’ banale ed inoltre allunga il percorso!) e piomba alla finestra bussando sul vetro e gridando: “Oh, ti: e-tu ‘n cà”? (Ehi, tu: sei in casa?)
Ormai ci sono quasi abituata e non mi fa quasi nemmeno piu’ paura sentir bussare nel silenzio totale del luogo.
Gli infarti femminili alla mia eta’ per fortuna sono statisticamente pochi.
Dopo il caffe’ di rito (che beve sempre senza batter ciglio, anche se il mio americano lungo credo proprio che non le piaccia), ha chiesto che cosa stavo facendo, ed ha insistito per farmi preparare, in luogo dei baci di dama, la torta di nocciole come la fa lei.
Con la Pina non si discute: e’ una inutile perdita di tempo. E cosi’ ci siamo messe all’opera.

 INGREDIENTI

100gr farina

½ bustina di lievito per dolci

70gr zucchero

1 cucchiaio di cacao amaro in polvere

2 uova

150gr di nocciole tostate

latte q.b.

1 cucchiaio di cognac

PROCEDIMENTO

1. Scaldate il forno a 180 gradi e tritare le nocciole nel mixer, prelevando un cucchiaio di granella piu’ grossa e riducendo tutto il resto a farina abbastanza fine, senza pero’ che si trasformi in una pasta (se prolungate troppo i tempi del frullatore, succede proprio questo!)

2. Mescolate bene i tuorli con lo zucchero e il cacao (quest’ultimo serve piu’ che altro per accentuare il colore della torta, ma si potrebbe anche non usare)

3.  Aggiungete le nocciole tritate fini e il cucchiaio di granella piu’ grossa (ci vuole perche’ l’impasto, in quanto rustico, non deve risultare troppo liscio), la farina, il lievito e il cucchiaio di rum (la vicina dice che lei usa il Marsala, ma a me pareva un sapore troppo forte e allora ho optato per il rum, dicendole che il marsala era finito, altrimenti avrebbe insistito fino alla morte!)

4. Versate il latte a filo, mescolando, fino ad ottenere un impasto non troppo liquido: la miscela deve ‘scrivere’, cioe’ -fatta cadere a filo dal cucchiaio nella terrina- deve depositarvisi sopra senza mescolarsi e sparire subito.

5. Alla fine montate a neve gli albumi ed aggiungeteli delicatamente all’impasto.

6. Infornate in una teglia ben imburrata, a 180 gradi, per almeno 35 minuti (dipende dal forno: occorre fare la prova dello stecchino, cercando di non far seccare troppo il dolce, che deve risultare morbido all’interno).

 

One thought on “Torta di nocciole

  1. Whoa! This blog looks just like my old one! It’s on a totally different subject but it has pretty much the same page layout
    and design. Outstanding choice of colors!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*