Strudel salato con cavolo rosso e speck

 

Con le mele, con le pere, con il cioccolato… ma fare uno strudel salato con cavolo rosso e speck non sarebbe originale?
I  miei ricordi di cucina austriaca, sovrapponendosi, oggi mi riportavano alla mente cavolo in agrodolce e prosciutto affumicato e cosi’ mi sono messa a pensare a come metterli insieme.

..

Lo strudel e’ piu’ scenografico di una normale torta salata, mi sono detta, e mi e’ venuta voglia di provare, anche perche’ l’abbinamento cavolo-speck mi piace molto; per introdurre poi una leggera nota acida ho inserito anche una mela renetta e… insomma, e’ venuto bello e buono e, ovviamente, lo abbiamo spazzolato.

Volete i dettagli? Eccoli.

INGREDIENTI

pasta fillo all’olio 

1 cavolo rosso piccolo (sui 500 g)

1 mela renetta piccola

1 cipolla bianca

100 g di speck a fettine sottili

1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato

2 cucchiai di pane grattugiato

olio extravergine di oliva, sale, pepe, latte per spennellare, rosmarino tritato q.b.

PROCEDIMENTO

1. Affettare il cavolo piuttosto finemente, tagliare a pezzetti la mela e affettare la cipolla

2. Stufare tutto in poco olio, aggiungendo acqua q.b. per non far attaccare sul fondo: poiche’ il cavolo rosso ha una certa consistenza e richiede tempo per cuocere, se volete accelerare i tempi potete effettuare questo primo passaggio nella pentola a pressione

2. Prelevare le verdure dalla pentola scolandole via dal sugo di cottura e metterle in una terrina

3. Accendere il forno al massimo

4. Aggiungere alle verdure le fettine di speck tagliate a loro volta a pezzetti piccoli, il pamigiano, il pangrattato (serve per assorbire eventuale liquido di cottura che potrebbe ancora fuoriuscire dal cavolo) e salare e pepare a piacere

5. Stendere la pasta fillo sulla spianatoia infarinata: se infarinate bene e la pasta e’ ben fatta, una volta arrotolato lo strudel riuscirete a spostarlo a mano senza romperlo e a posarlo nella teglia!

4. Spalmare il ripieno di cavolo sulla sfoglia-fillo e distribuirlo bene, lasciando pero’ i bordi liberi.

5. Chiudere rimboccando i due lati corti verso l’interno e poi  arrotolare lo strudel su se stesso sul lato lungo: otterrete ovviamente un bel rotolo, che deve esser piu’ corto della larghezza della teglia (oppure lo metterete in diagonale, come ho fatto io)

6. Posizionarlo nella teglia coperta di carta da forno, spennellare la superficie col latte e poi irrorare d’olio d’oliva

7. Infornare fin che non sia bello dorato.

NOTA: Se volete presentarlo bene in tavola, preparate lo strudel un’oretta in anticipo, e scaldatelo quando serve: la pasta fillo si assestera’ bene e sara’ facile tagliarlo senza disfare malamente le fette col coltello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*