Scrigno di Venere con ricetta delle Sorelle Simili

La pasta fresca fa subito festa e se la presenti in modo insolito anche di piu’: mi ha colpito moltissimo la ricetta dello Scrigno di Venere che ho trovato sul libro SFIDA AL MATTARELLO delle Sorelle Simili, le sfogline piu’ famose d’Italia, e non potevo non provarla.

Se vai di fretta

SALTA E VAI ALLA RICETTA

altrimenti mettiti comodo e continua il racconto.

Si tratta di una ricetta ormai storica di Bologna, datata 1968 e preparata per la prima volta al ristorante Canunzein, che nel corso dei decenni e’ stata declinata in parecchie versioni, che vanno dal ripieno di tortellini a quello con tagliolini verdi.

Le Sorelle Simili la presentano con i tagliolini verdi e ispirandomi a loro ho creato la mia personale variante piemontese.

Con poco lavoro in piu’ rispetto a quello richiesto per la preparazione dei tajarin di pasta all’uovo si possono preparare delle accattivanti monoporzioni utilizzando delle teglie da forno di diametro 13 cm, molto belle per una cena tra amici, che hanno anche il vantaggio di poter essere confezionate in anticipo e poi cotte al momento.

Trattandosi dello Scrigno di Venere al centro c’e’ un tortellino, che rappresenta l’ombelico: ho pensato di farlo con impasto verde per creare contrasto di colore, ma la composizione e’ buona e bella anche senza il tortellino.
Fate voi, visto che in cucina si e’ catturati dall’idea, ma poi si interpreta liberamente.

Se volete seguirmi, vi racconto come fare con immagini passo-passo

scrigno di venere

 

INGREDIENTI per 6 persone

per la pasta all’uovo classica (ricetta Sorelle Simili)

220 g di farina

2 uova

per la pasta all’uovo verde

200 g di farina

50 g di farina di spinaci (Molino Bongioanni)

2 uova

NOTA: perche’ usare la farina di spinaci invece degli spinaci cotti e strizzati?
Innanzitutto si fa prima e poi si evita di avere acqua che esce dagli spinaci e si va ad aggiungere alla pasta

per il ragu: ho usato il mio ragu di salam d’la duja che trovate QUI, ma va bene il ragu che vorrete voi

per la besciamella:

50 g di burro e 1 cucchiaio di farina per fare il roux

latte q.b. per avere una besciamella non troppo densa: QUI troverete comunque la ricetta

ulteriore ingrediente: burro fuso per spennellare le piccole teglie e la pasta all’uovo

PROCEDIMENTO

  1. Preparare la pasta all’uovo classica e quella verde semplicemente impastando tra loro gli ingredienti senza aggiunta di acqua o di olio.
    Personalmente ho trovato comoda la planetaria, che consente di non stancarsi e non appiccicarsi le mani con l’uovo, ma ovviamente si puo’ procedere anche facendo la classica fontana sulla spianatoia e ponendo al centro le uova da amalgamare.
    Nel caso si proceda a mano, consiglio di non usare tutta la farina, ma di tenerne da parte un pochino, perche’ le uova non sono tutte uguali e potrebbe essere necessaria un pochino di farina in piu’ (e’ sempre possibile aggiungere) o in meno (e toglierla non si puo’!)

scrigno di vnere

  1. Mantenendo i due impasti coperti con la pellicola in modo che non si secchino, tirare porzioni di sfoglia verde e trasformarle in tagliolini.
    Anche qui, se userete la macchina sfogliatrice (la Nonna Papera, come si chiama in gergo) sarete facilitati; in caso contrario tirate la sfoglia col mattarello, arrotolatela e tagliate col coltello, ricavando i tajarin.

scrigno di venere

  1. Con un pochino di impasto verde ricavate dei quadrati 4×4 che farcirete con un cucchiaino di ragu, chiudendoli a tortellino

scrigno di venere

  1. Mettete a bollire l’acqua per la pasta e salatela a bollore, lessando i tajarin verdi
  2. Mescolate i tajarin col ragu e teneteli da parte: il sugo deve essere leggermente liquido

scrigno di venere

  1. Preparate la besciamella: fondete il burro nel pentolino e mescolatevi la farina fuori dal fuoco.
    Subito dopo rimettete il pentolino sul fornello e aggiungete il latte poco alla volta, mescolando fin che non si addensi: ce ne vorra’ forse 200-250 ml a seconda di quanta farina avrete usato.
  2. Ora preriscaldate il forno a 180 gradi
  3. Stendete la pasta all’uovo classica (quella gialla) ricavando dei dischi con cui fodererete le piccole teglie imburrate: chiaramente la sfoglia deve debordare parecchio perche’ poi dovrete chiuderla sopra al contenuto della teglia

scrigno di venere

  1. Distribuite un po’ di besciamella sulla sfoglia gialla

scrigno di venere

  1. Deponete sulla besciamella un bel ciuffo di tajarin conditi con il ragu
  2. Facendo delle piccole pieghe chiudete la sfoglia sopra ai tajarin

scrigno di venere

  1. Ponete al centro del vostro Scrigno di Venere un tortellino

scrigno di venere

  1. Spennellate tutto con burro fuso ogni Scrigno di Venere e infornate per 15 minuti: in uscita il Scrigno di Venere si presentera’ croccante all’esterno, ma morbido dentro.

scrigno di venere

 

37 thoughts on “Scrigno di Venere con ricetta delle Sorelle Simili

  1. Pingback: amnesia
  2. Pingback: DMPK
  3. Pingback: Diyala
  4. Pingback: informatica
  5. Pingback: Cari dokter
  6. Pingback: Innovation Tree
  7. Pingback: 网站111
  8. Pingback: plus
  9. Pingback: 网站132
  10. Pingback: Java Tutorial
  11. Pingback: array
  12. Pingback: gp turan reviews
  13. Pingback: boutique en ligne
  14. Pingback: seputar cpns 2018
  15. Pingback: 토토사이트
  16. Pingback: click site
  17. Pingback: cum compilation
  18. Pingback: definitely
  19. Pingback: 100Jen3nWvx
  20. Pingback: hdmobilesex.me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*