Roselline romagnole

Le roselline romagnole rappresentano una ricetta della zona a confine con la Toscana: e’ molto carina esteticamente e inoltre si presta anche ad esser preparata in anticipo e addirittura si puo’ tenere pronto in freezer il semi lavorato e utilizzarlo alla bisogna.

Se ne possono ideare infinite varianti, sia vegetariane che con la carne.
Molto bella e’ l’idea di servire le roselline romagnole in ciotole monoporzione, che si possono preparare in anticipo e cuocere all’arrivo degli ospiti.

La cosa buffa e’ che ho preparato questo piatto per la prima volta un anno fa -esattamente subito dopo Pasqua- e mi sono sempre dimenticata di postare la ricetta: visto che questa sera dovro’ far lezione di pasta ripiena nel negozio dell’amico Luca Chiapella a Cuneo mi sono tornate in mente et voila, eccole qui per voi!

INGREDIENTI per 4 persone

Sfoglia da 3 uova
(con al ricetta delle Sorelle Simili basta mescolare 330 g di farina e 3 uova, senza sale e olio)

6 fette di mortadella tagliata a striscioline

6 fettine di prosciutto cotto a striscioline sottili

6 fettine di fontina dolce a striscioline sottili oppure sottilette gia’ pronte

500 ml di latte (oppure 250 ml di latte e 250 ml di panna)

20 g di burro

20 g di farina

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

sale, pepe q.b.parmigiano grattugiato q.b.

PROCEDIMENTO

  1. Tirate delle strisce di sfoglia larghe circa 12 (con la macchinetta vengono perfette) e tagliarle della lunghezza di circa 40 cm
  2. Potrete pre lessarle leggermente per tre minuti e farle asciugare su un canovaccio, oppure utilizzare una besciamella piu’ liquida e allora lasciare la pasta cruda a cuocere direttamente in forno.
  3. Stendete le strisce sull’asse da impastare e spolveratele di parmigiano e un nonnulla di besciamella, poi copritele con le strisce di prosciutto alternate a mortadella, in modo che non sporgano fuori dalla striscia di pasta: le lo faranno dovrete tagliar via cio’ che sporge e aggiungerlo all’interno della striscia.
  4. Coprite l’affettato con il formaggio a fettine
  5. Arrotolate le strisce di pasta farcita su se stesse senza stringere troppo: otterrete dei cilindri.
  6. Con un coltello ben affilato tagliate in tre i cilindri, ricavando dei cilindretti piu’ piccoli
  7. In una pirofila cospargete il fondo con la besciamella rosa che avrete ottenuto così:
    – fondete il burro nel pentolino con un po’ di sale
    – aggiungete il concentrato e amalgamate
    – fuori dal fuoco aggiungete la farina e mescolate
    – rimettete sul fornello e versate il latte a filo, mescolando e portando a leggero bollore fino a far addensare la besciamella che dovrebbe rimanere non troppo soda
  8. Mettete in piedi sull’asse da impastare le singole roselline e praticate dei tagli con le forbici in cima ad esse, profondi1/3 dell’altezza delle roselline, allargando con delicatezza i lembi con le mani
  9. Ponete le roselline nella pirofila, una vicino all’altra in piedi e cospargetele con la besciamella rosa e il parmigiano grattugiato.
  10. Cuocete in forno a 180 gradi per 15 minuti: se vedrete che si scuriscono un po’ sopra, copritele con della stagnola a meta’ cottura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*