Verdure gustose anche senza grassi con la Römertopf

Quando si dice che basta poco… nella padella e’ impossibile, ma con la Römertopf o una normale pentola di coccio si possono preparare delle verdure favolose senza nemmeno l’olio.
Lo sapete: io quando cucino, non guardo al grammo in piu’ o meno, e se uso l’olio e’ del migliore, e se uso il burro e’ di alpeggio.

Ma appunto per questo, visto che preparo spesso arrosti ed altri piatti non proprio magrissimi, li alleggerisco con le verdure.

Prendiamo ad esempio la ratatouille: la sua forza sta nel mix di verdure -piu’ e’ vario e meglio e’- e nel fatto che sono messe in pentola a freddo, in modo che cuociano lentamente nel loro liquido di vegetazione.
Ovviamente e’ cotta sul fornello, e rimescolata spesso, e per questo si puo’ evitare di aggiungere acqua.

Ma possiamo prepararla anche in forno, senza dover mescolare (se non forse una volta) e perfino senza olio, e tuttavia avere un contorno saporitissimo: serve solo un pochino di liquido in piu’.

Quali sono i vantaggi?
Innanzitutto non dovremo mescolare spesso e inoltre grazie al tegame in coccio Römertopf e al suo coperchio a tenuta la verdura cuocera’ nel suo liquido di cottura e in quello che aggiungeremo senza che evapori tutto, ma soprattutto non ci sara’ bisogno di aggiungere olio perche’ la temperatura salira’ lentamente all’interno della pentola e le verdure avranno il tempo di rilasciare liquido che impedira’ loro di attaccarsi al fondo.

Römertopf

Io uso il forno a legna, ma otterrete un ottimo risultato anche in quello di casa.
In quello a legna potete sfruttare il calore residuo dopo la preparazione delle pizze: le farete alla sera e il giorno dopo il vostro forno sara’ ancora circa a 200 gradi, senza fiamma, quindi potrete infornare un arrosto e delle verdure, senza spendere nulla per alimentare il calore.

In entrambi, la star e’ la Römertopf, la pentola dei romani, in coccio vetrificato internamente.
Ne ho comprato una almeno 15 anni fa a Graz in Austria, perche’ e’ stato amore a prima vista quando l’ho incontrata sullo scaffale di Kastner&Õhler.
Da allora e’ stata protagonista di arrosti, brasati, stufati, cotechini e verdure nel forno della cucina e in quello a legna del giardino: praticamente era una di famiglia!

Proprio li’ lo scorso anno ha avuto un incidente: uscita calda, ha scoperto che stava nevicando, e non ha retto allo shock della neve che le cadeva abbondantemente sopra, procurandosi una crepa.

Con grande dispiacere l’ho messa da parte e ho deciso di ricomprarne un’altra quando fossi tornata a Graz, il che e’ avvenuto lo scorso settembre.
E’ ovvio che sicuramente l’avrei potuta comprare anche qui in Italia, oppure on line, ma adoro andare da Kastner&Öhler e quindi non sarebbe stata la stessa cosa.

Ora, se nel frattempo avete finito di pulire la verdura, possiamo incominciare. Ci siete?
Se non avete una Römertopf usate una normale pentola di coccio, purche’ il coperchio combaci perfettamente

INGREDIENTI

verdure: quelle che volete, che vi piacciono, che soddisfano sia il palato che l’occhio (un po’ di rosso, del viole, verde, arancio…)
Per 3 persone io oggi ho usato: 1 melanzana viola grande, 3 carote medie, 3 patate medie, 2 zucchini verdi, 12 pomodorini ciliegia

cipolla e aglio: 3 cipolle nuove piccole e 2 spicchi d’aglio a pezzetti

2 tazzine di passata di pomodoro

sale, pepe, erbe aromatiche tritate (rosmarino, origano, prezzemolo, menta… fate il mix che piu’ vi piace)

1 bicchiere d’acqua e 1/2 bicchiere di vino bianco secco

PROCEDIMENTO – facilissimo

1. Scubettare tutte le verdure

2. Versarle nella pentola e mescolare insieme alle erbe aromatiche, salando e pepando

3. Aggiungere la passata di pomodoro allungata con l’acqua e il vino

4. Chiudere e infornare a circa 200 gradi.

AVVERTENZA

– Se usate il forno di casa dopo 30-40 minuti aprite la pentola e mescolate, controllando la cottura che presumibilmente sara’ perfetta dopo 45 minutI circa
– Se cuocete col forno a legna calcolate un tempo piu’ lungo, perche’ non essendoci piu’ fiamma non ci sara’ alimentazione e quindi la temperatura decrescera’, sia pure lentamente.
Quindi quantificare il tempo necessario e’ difficile: calcolate comunque almeno un’ora, dopo di che aprite, estraete la pentola, controllate e decidete.

 

 

9 thoughts on “Verdure gustose anche senza grassi con la Römertopf

  1. Ottime dritte, ho però una curiosità sull’uso del forno a legna: la Romertopf la posso introdurre nel forno a legna già caldo? Devo scaldarla prima? Non patisce lo sbazo di temperatura? Grazie per la risposta. Valeria

    1. Cara Valeria, non patisce perche’ la si usa attorno ai 180-200 gradi ed essendo di terracotta e’ stata… cotta… a temperatura maggiore.
      Patirebbe sulla fiamma viva del fornello di casa (infatti si usa la rete frangifiamma), ma nel forno a legna ormai la fiamma non c’e’ piu’.
      La mia ha fatto qualcosa come 12 anni di onorato e intenso servizio tra forno elettrico di casa e forno a legna.
      Poi si ‘ spaccata per due motivi: 1. era davvero molto vecchia e aveva preso colpi qua e la’ 2. un giorno che pioveva l’ho tirata fuori dal forno senza mettermi sotto un ombrello e la pioggia che cadeva molto fitta l’ha mandata in choc termico.
      Per forza dovra’ metterla in forno quando esso sara’ gia’ caldo: dovra’ essere anche sparita la fiamma, cioe’ essersi consumata tutta la legna e al massimo ci dovra’ essere la brace: va spostata di lato con una paletta appostia e poi si appoggia la romertopf direttamente sul refrattario del forno, senza brace.
      Io faccio cosi’ e funziona, anzi credo proprio che se la sua Romertopf si rompesse cio’ sarebbe da imputare ad una falla nella pentola in sede di fabbricazione.

  2. Proprio per questo motivo oggi vi presentiamo 10 ricette senza grassi per un alimentazione sana, leggera e al tempo stesso deliziosa!

  3. Pingback: friv
  4. Pingback: judi bola online
  5. Pingback: casino games
  6. Pingback: Diyala Engineering

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*