Pane facile con esubero di pasta per pizza

 

Avete fatto festa ieri sera, ma c’era troppo da mangiare ed e’ avanzato dell’impasto della pizza: bene, nel caso, provate questo pane facile con esubero di pasta per pizza.
Mai buttare via nulla in cucina, tanto meno un semilavorato di lievitazione.

INTENDIAMOCI.

Il pane ha le sue regole (ho seguito il corso del Maestro Giorilli organizzato da Valentina Venuti a Genova e ormai so che col pane serio non si scherza), ma a volte in casa si puo’ osare il piccolo cabotaggio e fare esperimenti e’ sempre concesso, specie col nobile proposito di abbattere uno spreco o non doversi alzare presto per scendere in paese!

La pasta l’avevo preparata con una ricetta semplicissima, che nel mio forno a legna (ma anche in quello di casa) non fallisce mai, fatta con 500 g di farina e 13 g di lievito di birra, 1 cucchiaino di malto, 1 pizzico di sale e acqua q.b. per un impasto molle che ha lievitato 4 ore in ciotola.
Nulla di particolare, la mescola funziona benissimo nel mio forno a legna: la trovo assai calzante all’impiego casalingo del forno di casa (che ho quasi abbandonato), per non parlare dei risultati eccellenti che da’ nel mio forno a legna (date un’occhiata alla foto qui sotto)

 

A me piace molto la pizza sottile e abbastanza croccante, che forma le ‘bolle vuote’ e la mia ricetta e’ ottimale in questo senso, anzi, per quanto io usi spesso la pasta madre, a volte ottengo risultati eccellenti anche col lievito di birra: credo che molta della magia la operi la cottura a legna, ma direi che valga la pena di provare comunque, cari amici!

Bene: la parte di impasto avanzata ha dormito, avvolta nella pellicola, una notte nel mio frigorifero.
Al mattino era ulteriormente lievitata e allora, non avendo rinfrescato la mia pasta madre, ed essendo rimasta senza pane, ho pensato di utilizzare l’esubero di pasta per pizza.

Guardate che bell’aspetto da pane facondo e morbido!

Provatelo con la marmellata, appena sfornato: e’ sofficissimo e fragrante!

INGREDIENTI

farina, lievito di birra, olio, sale, acqua (proporzioni raccontate sopra)

PROCEDIMENTO

1. Stendere sulla spianatoia infarinata la pasta, sottile sottile
2. Arrotolarla
3. Piegarla a ferro di cavallo (altrimenti il rotolo e’ troppo lungo e non sta nella teglia)
4. Infornare a 180-200 gradi fin che la crosticina sopra non sia bella croccante ed inizi a dorare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*