Pane arabo con pasta madre

 

E alla fine, ho ceduto anch’io al fascino della panificazione con pasta madre: ho preparato per prima cosa il pane arabo con pasta madre, perche’ dicono sia il piu’ facile da fare e in effetti e’ vero e il risultato remunera del lavoro.
Inoltre e’ un tipo di pane che in pezzatura piccola si presta alle grigliate, ai buffet e a un sacco di impieghi diversi.


Una collega mi ha ceduto un pochino del suo lievito madre e son entrata nel tunnel, ecco tutto.

Ma la voglia di provare era gia’ nell’aria, perche’ ricordavo i pandolci genovesi squisiti che confezionava mia nonna Emilia quando ero piccola, e volevo provare a realizzarli, ma senza pasta madre non sarebbero mai venuti uguali ai suoi.

E poiche’ ci vogliono 14 giorni almeno per avere un lievito madre vivo e vitale, sarei ormai stata fuori tempo massimo, per cui mi sono rivolta  Federica, che panifica da parecchio con ottimi risultati, per averne un po’ del suo.

Ieri sera ho provato la sua ricetta del pane arabo, con qualche piccola variante (perche’ sono una testa particolarmente “testona”, che deve pacioccare anche per conto suo) e un risultato fantastico al primo colpo, perche’ la ricetta e’ azzeccatissima!
Mio marito ringrazia la mia spacciatrice di lievito madre e ricette correlate, ma e’ preoccupato per la linea, perche’ questo pane e’ troppo buono e quindi… evapora direttamente dal tavolo, in un attimo!
😀

INGREDIENTI

600 g di farina Manitoba

200 g di lievito madre

1 cucchaino di zucchero

1 cucchiaino di sale

semola di grano per infarinare

300 ml di acqua a temperatura ambiente

tempo di preparazione: 4 ore e 40 minuti (3 di lievitazione dell’impasto + 1 ora e 40 minuti di lievitazione dei panini)

PROCEDIMENTO: semplice

1. Impastare tutti gli ingredienti tranne il sale, che va aggiunto solo dopo qualche minuto: nella macchina impastatrice bastano 10 minuti!

2. Lasciar lievitare la massa per 3 ore, coperta con la pellicola: io non ho travasato in un’altra ciotola, ma ho lasciato la pasta direttamente nel boccale dell’impastatrice.

3. Riprendere la massa, ricavarne 10 pezzi piu’ o meno uguali (ma il bello e’ farli anche disuguali, che sanno ancor piu’ di fatto a mano!) e dar loro una forma quadrata o rettangolare (ho fatto un misto)

4. Disporli su due teglie, perche’ lievitano molto (e continuano a crescere anche nel forno), infarinarli in superfcie con la semola, coprire con la pellicola e lasciar lievitare ancora almeno 1 ora e 40 minuti.
se si lasciano 2 ore e’ meglio, ma io ho provato a togliere 20 minuti perche’ dovevo uscire e non ci stavo coi tempi!

5. Cuocere in forno caldissimo, ma per un massimo di 10 minuti, perche’ i panini non devono assolutamente dorare: il bello del pane arabo e’ anche il color latte che mantiene, pur essendo perfettamente cotto.

4 thoughts on “Pane arabo con pasta madre

  1. Grazie Silvia, sono sicura che Gelsomino sia in buone mani e sono contenta che ti piaccia come lavora! E’ nato ad agosto ed è già bello in forze 😀 Un abbraccio <3

  2. Guarda, e’ una bomba: oggi ho rinfrescato 250 g e vedessi che barattolone!
    Mi pareva che fossero tristi da soli, dopo che avevo fatto il pane…
    😀

  3. Its like you learn my mind! You seem to understand so much approximately this, like
    you wrote the e-book in it or something. I feel that you could do with some p.c.
    to force the message house a bit, but other than that, that is fantastic blog.
    A great read. I’ll definitely be back.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*