Oma’s Torte: una torta della nonna, con mele, uvetta e frolla alle nocciole

 

Quella che vi propongo e’ la Oma’s Torte: una torta della nonna, con mele, uvetta e frolla alle nocciole, ma decisamente raffinata, che sa “di pasticceria”: cosi’ buona, che e’ perfino sprecata per colazione, perche’ puo’ ben presenziare ad un pranzo elegante.

Sono quasi 20 anni che passo lunghi periodi a Graz, in Austria: magnifica citta’, shopping interessante e pasticcerie degne di nota.

La ‘nonna’ che conosciamo la’ ne prepara di squisite. Dopo anni di frequentazione (affittiamo ogni settembre, da quando mio figlio era piccolo, una parte della sua villa, per cui siamo diventati amici, tanto che Matteo che l’ha sempre chiamata oma, cioe’ nonna) mi ha insegnato a preparare la sua torta di mele. che adess vi propongo.

A parte la famosissima Sachertorte di Vienna, che e’ al cioccolato, le torte austriache declinano le mele in tutte le varianti possibili, e questa e’ quella che preferisco.

INGREDIENTI

300 gr di farina bianca

50 gr di nocciole tostate e tritate fini

125 gr di burro

125 gr di zucchero

1 uovo

1/2 bustina di lievito per dolci

3 o 4 cucchiai di panna liquida

4 mele grosse

1 manciata di uvetta passita

3 cucchiai di zucchero di canna passato al mixer

2 cucchiai di marmellata di albicocche

rum q.b.

PROCEDIMENTO

1. Mettere a bagno l’uvetta nel rum e tagliare a quadretti piccoli le mele, mescolandole dopo mezz’ora all’uvetta (scolata ia dal rum), allo zucchero di canna, alla marmellata e a 1 cucchiaio di panna liquida

2. Fare una pasta frolla con farina, nocciole tritate, zucchero semolato, burro, uovo e lievito (aiutandosi con uno o due cucchiai di panna, se occorre, per tenere insieme l’impasto) e farla riposare mezz’ora al fresco; poi stenderne i 2/3 nella teglia a cerniera (oppure normale, rivestita di carta forno), creando un piccolo bordo attorno, che possa trattenere il ripieno di frutta.

3. Coprire la frutta con strisce ricavate dalla pasta rimasta, lasciando spazi aperti per consentire al vapore acqueo creato dalle mele di uscire dalla torta durante la cottura.

 

4. Infornare a temperatura moderata (180 gradi), coprendo con carta forno: la torta deve cuocere per almeno 40 minuti, perche’ devono cuocere le mele, e la frolla non deve bruciare. Quando, aprendo il forno per controllare, vi pare che le mele siano cotte, scoprite la torta, in modo che la frolla possa colorarsi. Pero’ non fatela bruciare, eh! 😀

 

Sfornando, il profumo vi avvolgera’: lasciatela raffreddare bene prima di toglierla dal tegame, perhe’ la frolla e’ molto friabile e potrebbe rompersi.

Poi cospargetela di zucchero al velo, e servitela con una coppa di Moscato di Asti: farete un figurone!

 

5 thoughts on “Oma’s Torte: una torta della nonna, con mele, uvetta e frolla alle nocciole

  1. Mi viene l’acquolina in bocca…provo e poi ti faccio sapere com’è venunta 🙂

    1. Si’, sono curiosa! E’ deliziosa: oggi l’abbiamo quasi finita, e posso assicurare che e’ buona anche il giorno dopo.
      Il bordo resta friabile, ma non asciutto.
      E’ una delle migliori torte di mele che abbia provato. Per farle un complimento… non sembra fatta in casa, ha il sapore “da pasticcere”!

  2. Meravigliosa questa ricetta … Non finisci mai di stupirmi …. Hai una fantasia inesauribile , oltre ad una indiscutibile capacita’ pratica … Complimenti!

    1. Beh, questa ricetta e’ collaudata dalla nostra “nonna” austriaca, cioe’ la padrona di casa presso cui abbiamo passato cosi’ tanti giorni!
      Provala!

  3. You actually make it appear so easy together with
    your presentation but I in finding this matter to be really something that I believe I’d never understand.
    It kind of feels too complex and extremely broad for me.
    I am looking forward on your next publish,
    I will attempt to get the cling of it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*