Mezzalune con formaggetta di Stella e salsa di pinoli

Stella (SV), nell’immediato retroterra di Varazze, e’ il paese natale, nonche’ il luogo di sepoltura, del Presidente Sandro Pertini; in second’ordine, e’ conosciuto per la sua formaggetta fresca di latte di capra, deliziosa: per mentelocale.it, con cui collaboro ogni tanto scrivendo articoli legati generalmente al territorio cuneese e ligure, ho pensato dei ravioli speciali, che ribattezzo adesso Mezzalune con formaggetta di Stella e sugo di pinoli.

Se volete leggere l’articolo per intero, cliccate QUI per accedere alla pagina relativa su mentelocale.it.
Se vi accontentate della ricetta ‘nuda e cruda’, invece, continuate la lettura sulla mia pagina.

INGREDIENTI

per la pasta
100 g di farina ogni uovo che utilizzarete, e se l’impasto vi parrà che venga un po’ duro (ma non dovrebbe) aiutatevi nel lavorarlo con un pochino di vino bianco, come si usa anche a Gavi; ci vorrà poi un pizzico di sale, ovviamente.

per il ripieno
1 formaggetta di Stella – formaggio fresco, di origine caprina, leggermente acidulo (se proprio non la trovate, utilizzate un caprino fresco, ma in tal caso mescolatelo ad un cucchiaio di panna liquida, perché la consistenza è meno morbida)

1 cucchiaino di maggiorana fresca tritata

1 testa di cipollato piccolo, privato del gambo verde

Sale, pepe q.b.

per la salsa
1 manciata grossa di pinoli
1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato
1 pezzetto di spicchio d’aglio (il sapore deve esser appena accennato)
1 mollica di pane bagnata nel latte
Sale, olio extravergine di oliva taggiasco, acqua q.b.

Per la presentazione
una manciata di fave fresche sgusciate, piccolissime, sopra ad ogni piatto

PROCEDIMENTO

1. Impastare uova e farina, col sale ed eventualmente il vino, e farne una palla da lasciar riposare almeno una mezz’ora

2. Tritare la maggiorana e la testa di cipollotto crudo, cosi’ essendo fine fine cuocera’ direttamente durante la cottura dei ravioli

3. In una ciotola mescolare la formaggetta di Stella, il parmigiano grattugiato e le erbe tritate, salando e pepando leggermente

4. Preparare la salsa di pinoli mescolando nel bicchiere piccolo del mixer tutti gli ingredienti: se risultasse troppo solida, aggiungete un pochino d’acqua, o di latte, oppure anche di panna, ma senza esagerare. Considerate che comunque non è strettamente necessario, perché potrete allungare la salsa con l’acqua della pasta, al momento di servire.

5. Salare e conservate in una tazza al fresco, coprendo con l’olio

6. Stendere la pasta a strisce, come si fa per i ravioli, e confezionare le mezzalune, o ravioli rotondi, che vanno fatti uno ad uno, e scegliete la forma tradizionale, quadrata, che vi consenta una produzione in serie!

7. Posizionare il ripieno a mucchietti piccoli, e chiudere bene, rifinendo con la rotella, e sigillando bene i bordi.

8. Lessare  al dente in acqua salata, e servire con la salsa di pinoli allungata con acqua della pasta, distribuendo qua e la’ nel piatto alcune piccole fave freschissime

 

 

2 thoughts on “Mezzalune con formaggetta di Stella e salsa di pinoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*