Lasagne o lasagnette coi carciofi? Ecco due ricette speciali

Epifània bianca lasània recita un detto genovese: in realta’, per fare rima si sono aggiunte delle lettere e la pronuncia dovrebbe essere piu’ o meno questa

EPIFA(G)NIA BIANCA LASAGN(I)A

ma sta di fatto che lo sentivo sempre dire a mia nonna Silvia, che non mancava mai di preparare le lasagne per il 6 gennaio, concludendo cosi’ alla grande le feste natalizie; con le ricette che sto per presentarvi partecipo alla GIORNATA NAZIONALE DEL CIBO DELL’EPIFANIA del CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO di Aifb.

lasagne

Che dirvi… trovatemi qualcuno a cui non piacciono le lasagne al forno, oppure le lasagne di pasta fresca lessate e condite con il sugo!

Ho alcune ricette qui sul blog che sono testate dagli assaggiatori di corte (di casa mia), assai pignoli nel criticare, e anche piuttosto prodighi nel loro lavoro (peraltro non richiesto e nemmeno retribuito).

Quindi se hanno passato il loro vaglio, queste ricette possono piacere a parecchi, ve lo assicuro.

Posso consigliarvele?

Partiamo con le lasagnette lessate e condite con un sugo bianco di carciofi (che e’ un must della cucina ligure, da me suggerito in una veste che ricicla -all’occorrenza- una parte meno nobile del carciofo: anche qui, ricetta della nonna) e proseguiamo con le  lasagne al forno con carciofi, pinoli e noci, eleganti nel sapore e nell’asoetto.

Insomma, vi regalero’ due ricette in un unico post!

RICETTA N. 1

Iniziamo con le lasagnette ai carciofi, che sono semplicemente lessate e poi condite col sugo.

INGREDIENTI

– lasagnette fatte a mano, con la ricetta cassica della pasta fresca, oppure acquistate gia’ pronte, sotto forma di piccoli rettangolini di pasta all’uovo.

– 2 carciofi con le spine, come quelli liguri

– 1 cipolla

un bicchiere di latte e panna mescolati insieme ( se non la temete, anche solo panna va bene, anzi meglio!)

– mezzo bicchiere di brodo vegetale

– 1 manciata di parmigiano reggiano grattugiato

– prezzemolo, vino bianco secco, olio extravergine di oliva, sale, pepe q.b.

PROCEDIMENTO

1. Mondare i carciofi da tutte le foglie dure, tagliare via le punte spinose e conservare solo il cuore e la parte di foglie vicino ad essa (regolatevi arrivando piu’ o meno fino a 2/3 dell’altezza totale del fiore di carciofo), mettendoli a bagno in acqua e limone perche’ non anneriscano.

2. Soffriggere in olio extravergine di oliva (prediligete il taggiasco, che e’ dolcissimo e ben si sposa con l’amaro delicato del carciofo) la cipolla affettata sottile col prezzemolo tritato, sfumando con un pochino di brodo vegetale per consentire alle cipolle di cuocere senza bruciacchiare.

3. Aggiungere i carciofi dopo averli affettati molto finemente, sfumare col vino bianco (poco alla volta) e far cuocere, aggiungendo, se occorre, un pochino di brodo.

4. A meta’ cottura aggiungere latte e panna, abbassando l’intensita’ della fiamma (non conviene farlo prima perche’ tendono a schiumare e consumare in fretta); regolare di sale e pepe ed aver cura (eventualmente aggiungendo ancora un pochino d brodo) che il sugo resti abbastanza liquido.

5. Scolare le lasagnette al dente e condirle, spolverandole di parmigiano reggiano grattugiato prima di servire.

RICETTA N. 2

Ed ecco le lasagne al forno con carciofi, pinoli e noci

INGREDIENTI

lasagne di pasta all’uovo; potete usare quelle pronte, se andate di corsa o impastarle in casa .

4 carciofi

1 cipolla bianca grande

pinoli, 1 bella manciata

noci tritate, 3 cucchiai

latte e panna liquida mescolati assieme: circa tanto quanto una tazza da caffelatte, e se non vi basta, aggiungetene un po’

besciamella

sale, pepe, brodo vegetale, prezzemolo tritato, olio extravergine di oliva, parmigiano reggiano grattugiato q.b.

PROCEDIMENTO

1. Ripulire i carciofi, togliendo le foglie esterne dure, i gambi, tutte le punte e le eventuali barbe interne

2. Tagliarli a fette sottili, e poi a pezzetti piccoli

3. Rosolarli in olio con la cipolla tritata insieme a qualche foglia di prezzemolo, bagnando con del brodo vegetale

4. Qando i carciofi saranno abbastanza ammorbiditi estrarli dalla pentola e tritarli abbastanza finemente con il tagliere e la mezzaluna

5. Rimetterli nella pentola, rimescolare, aggiungere il misto di latte e panna, in modo da creare una crema piuttosto liquida, salare e pepare

6. Aggiungere al sugo meta’ dei pinoli interi e delle noci tritate e continuare la cottura per alcuni minuti, in modo che i sapori si amalgamino bene, poi spegnere.

7. Preparare la besciamella

8. Imburrare leggermente la teglia da forno e spargervi sopra un velo sottile di sugo di carciofi

9. Iniziare a fare gli starti: uno strato di lasagne, un po’ di sugo allargato qua e la’ con il cucchiaio, un pochino di besciamella, altre lasagne, sugo, besciamella e cosi’ via.
Nota: lasciate il sugo un po’ piu’ liquido cosi’ potrete metter ele lasagne a crudo nella teglia e cuoceranno direttamente in forno

10. Terminare con uno strato di lasagne condite col sugo e la besciamella, su cui spargere la mate’ dei pinoli e delle noci lasciata da parte.

11. Spolverare di parmigiano reggiano grattugiato, infiocchettare di burro (oppure fare un giro d’olio) e infornare fino a doratura superficiale avvenuta.

7 thoughts on “Lasagne o lasagnette coi carciofi? Ecco due ricette speciali

  1. Due ricette davvero interessanti. Non conoscevo il detto ligure ma è molto carino. La lasagna ai carciofi è un piatto che preparo spesso anche io ma non sapevo la sua connessione con l’epifania.
    Un abbraccio, Pat

  2. Due ricette davvero interessanti. Non conoscevo il detto ligure ma è molto carino. La lasagna ai carciofi è un piatto che preparo spesso anche io ma non sapevo la sua connessione con l’epifania.
    Un abbraccio, Pat

  3. Lasagne o lasagnette???? Questo è il dilemma….fantastiche tutte due e poi guarda, solo per la tradizione di famiglia e per i ricordi che infondono sono meravigliose. Ma siccome le ho assaggiate e mi sono piaciute moltissimo, opto per le lasagne!

    1. Lasagne forever, comunque siano condite.
      Mi sento tanto Garfield!

  4. Il riscatto della Lasagna dell’Epifania!!! Pensa che quando siamo arrivate a decidere la GN del 6 gennaio io sono partita in quarta: la lasagna!!! Ma è un’associazione che facciamo solo noi Liguri, mi sa… Anche noi in bianco, anche noi coi carciofi, anche noi coi pinoli -ma senza latte e/o panna, che nella tradizione più cittadina della mia famiglia non sono praticamente mai contemplati, se non a “stissinin”. Qui a Singapore, ieri era un giorno come tutti gli altri-e non sai quanto mi sia mancato tutto, lasagne comprese!

    1. Immagino!
      Pero’ li’ hai altre cose, diverse e assolutamente stimolanti.
      Mia nonna ci metteva solo il latte nel sugo bianco, ma io ogni tanto mi faccio scivolar giu’ la panna… intanto le analisi le faremo piu’ avanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*