Lasagne con zucca, porri e tartufo nero

Mia nonna diceva sempre (credo di averlo anche gia’ scritto in qualche post, ma e’ cosa nota che io mi dimentichi le cose nel percorso che fanno dal naso alla bocca) “Epifa(g)nia, bianca lasagn(i)a”, e allora rispetto la tradizione, anche perche’ ho paura di non trovar nulla nella calza, se non ottempero ai dettami di famiglia: per questo ho preparato per il 6 gennaio queste lasagne con zucca, porri e tartufo nero.
Con questa ricetta partecipo alla GIORNATA NAZIONALE DEL CIBO DELL’EPIFANIA del 
CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO, la novita’ di Aifb per il 2016.

Se hai fretta

SALTA E VAI ALLA RICETTA

 

lasagne

altrimenti mettiti comodo e segui il racconto.

 

Ora: la mia idea sarebbe stata quella di farci sopra, in uscita dal forno, la mitica grattata di bianco, ma me l’ero gia’ giocato a Natale, e quindi ho deciso -e poi la Befana e’ povera, no?- di ripiegare sul nero, assolutamente non disprezzabile e molto profumato.

Mio figlio , devoto delle lasagne tradizionali con carne, ha arricciato tutto il naso che e’ riuscito a trovare quando gli ho presentato questo piatto vegetariano (ma non triste e nemmeno ipocalorico), pero’ si e’ convertito dopo aver fiutato il prezioso tubero.

Non ho nemmeno dovuto acquistare il tartufo nero cosi’ com’era, ma -considerato che mi serviva anche del formaggio, ho semplicemente (scusate se e’ poco) scelto nella selezioni di formaggi trifolati che sono piuttosto diffusi qui da me.

Il resto ve lo racconto con la ricetta, per la quale potrete scegliere se preparare voi stessi le lasagne, con il procedimento di confezionamento della pasta all’uovo in casa, che trovate sulle mie pagine, oppure acquistarle pronte.

Io scelgo la prima via, ma e’ nota ormai la mia predilezione per la partenza dalle materie prime ogni volta che sia possibile.

Siete pronti?

Via!

 

INGREDIENTI

lasagne di pasta all’uovo: a seconda del numero di commensali, ma calcolate che se volete fare un primo che sia quasi un piatto unico -come spesso accade con le lasagne- almeno 100 g a testa e’ meglio preventivarli

1 pezzo di zucca – io ho usato una zucca a trombetta di quelle che vedete nella foto, dono di un amico che ha un orto strepitoso in quel di Calice Ligure, e ne ho tagliato 20 cm

2 porri belli grossi

basciamella q.b.

tartufo nero q.b. oppure:

150 g di Tuma del Trifulau con tartufo nero

2 cucchiai di noci tritate grossolanamente

latte, sale, pepe, parmigiano reggiano grattugiato, burro, panna liquida, noce moscata q.b.

PROCEDIMENTO

1. Tagliate a pezzetti la zucca dopo averla privata della scorza, e stufatela in poco burro, con noce moscata, sale e pepe, bagnando con un pochino di latte se occorre

2. Tagliate a fettine il porro e stufatelo in poco burro, con sale  e pepe, bagnando con un pochino di latte se occorre

3. Preparare una crema di formaggio sciogliendo a bagno maria (o nel micro onde) la Tuma del Trifulau con tartufo nero nel latte misto a panna liquida, mescolando in modo da non formare grumi, e mantecate la crema con una nocciola di burro, poi salate e pepate a seconda del vostro gusto

4. Preparate la besciamella secondo la ricetta proposta nel link

5. Accendete il forno a 200 gradi

6. In una teglia da forno leggermente  imburrata alternate gli strati:

– lasagne
– zucca e besciamella
– lasagne
-porri e besciamella
-lasagne
– crema di formaggio con le noci
– lasagne
– zucca e besciamella
– lasagne
– porri e besciamella
– lasagne
– crema di formaggio, un pochino di besciamella e noci tritate

7. Infornate fin che la parte superiore non sia dorata: se proprio volete esagerare prima di infornare infiocchettate col burro, ma non e’ davvero necessario

Buone Feste… e non solo per la Befana, ma per tutto l’anno!

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*