il Mercato del Pesce di Venezia, il Giro dei Bacari e il tonno alle olive

E’ favoloso, ma anche di piu’, il Mercato del pesce di Venezia, e ci compri e vedi cose che meritano davvero la visita, come questo tonno, cosi’ fresco e delizioso che non ha nemmeno fatto odore di pesce in cucina!

Se hai fretta cerca subito la ricetta scorrendo la pagina fino a che non troverai questo simbolo:

segnalibro

Altrimenti siedi comodamente mentre ti racconto qualcosa!

Mi aveva gia’ colpita lo scorso anno e quest’anno e’ stato uno dei primi punti della citta’ che ho voluto visitare due settimane fa.

Premessa ovvia: Venezia e’ un luogo magico e fuori dal tempo, nel quale perfino un gradino di pietra e’ bello da fotografare, dove ogni scorcio che ti si apre davanti svoltando un angolo e’ degno di essere ritratto, dove riesci a perderti tra un calle e l’altro perche’ in quel dedalo non sai tenere saldi i punti di riferimento, eppure ti ritrovi misteriosamente sempre a San Marco o a Rialto, senza sapere come ci sei arrivato.

venezia

Ma non sono solo i monumenti, i canali, l’acqua e le gondole che fanno Venezia: se ci sei gia’ stato alcune volte, ora vai alla ricerca di cio’ che e’ veneziano sul serio ed esce dall’iconografia classica.
Diciamo che si va per approfondimenti successivi!

Cerchi il Mercato del Pesce, il negozio di vetri e perle che non vende souvenir globalizzati, i bacari dove puoi gustare la cucina locale in modo poco impegnativo e immergerti nel fitto ciacolare gestore-clienteindigeno.

Si’, come sempre cerchi i luoghi frequentato dai veneziani, perche’ se al Giapponese in visita piace la gondola con fisarmonicista a bordo cosi’ come a noi piace la cerimonia del te’ a Tokyo, per i turisti italiani trovare i luoghi veri della citta’, lontani anni luce dallo stereotipo, e’ di certo una priorita’.

Ecco perche’ ho scelto di acquistare i miei regali di Pasqua in un negozio delizioso del centro, che offriva braccialetti di perle non banali e orecchini in vetro di Murano carini, locali e a prezzi accettabili.
Ti dirò che sono stata catturata dal fatto che fosse all’interno di un cortile, che avesse una bella vetrina, che non esponesse banalita’.

Entrata ho trovato eleganza nella presentazione e cortesia dei proprietari, che di sabato stavano chiudendo un po’ prima e avevano gia’ quasi spento le luci, ma mi hanno fatta entrare, girare e scegliere lo stesso, con calma: non e’ una cosa proprio scontata, e potrei portare mille esempi contrari incontrati ovunque in Italia.

Poi ho scoperto che la loro vetrina e’ stata sulla copertina di AD alcuni anni fa: quando vedi il bello lo riconosci anche senza sapere di chi e’ e se e’ famoso o no.

venezia

E poi, che cosa puo’ cercare una food blogger in una citta’ che non e’ la sua?
Cibo, cibo, cibo di qualita’.

Ecco, per una che adora il pesce, ma non lo cucina quasi mai (mio marito non lo gradisce) visitare il Mercato e il Mercato del Pesce di Venezia e’ un’esperienza.
Cliccando sulla foto qui sotto accederai al mio album su Steller, con tante foto.

mercato del pesce

Intanto: le verdure e la frutta sono bellissime e ben esposte (cosa che non sempre e’ comune), e l’ordine di un banco mercatale e’ un plus durante gli acquisti.

Inoltre: l’offerta e’ la piu’ varia che si possa immaginare e la freschezza la vedi e la fiuti (nel senso che non senti puzza di pesce 😀 ).

Poi: i prezzi -comparati a quelli della Liguria- sono convenientissimi.

Per finire: a Venezia tutto puo’ succedere perche’ e’ magica.

E cosi’ capita che tuo marito ti chieda di comprare tre tranci enormi di tonno freschissimo e si dichiari disposto a mangiarli!

Ecco: un’altra cosa che ti raccomanderei e’ di non scegliere necessariamente l’hotel per il tuo soggiorno o -almeno- non ogni volta che andrete a Venezia.
Non rinunciare all’immersione nella vita cittadina: prenota in rete -come ho fatto io gia’ due volte- un appartamento in centro, vai al mercato, cucina e goditi l’emozione di uscire da uno degli storici portoni delle bellissime case antiche come se fossi un veneziano, con la tua chiave in tasca!
Ti costera’ meno di un hotel, potrai ospitare 3-4  persone e ti dara’ molto di piu’.

E i bacari?

Sono quello che le friggitorie e i frisciolai erano nella Genova del passato (solo che ormai a Zena stanno scomparendo tutti): luoghi di aggregazione, dove mangiucchi quacosa al volo bevendo un calice, magari in piedi appoggiato al bancone, ma potevi spaziare tra fritti e altre prelibatezze, come piccole porzioni di baccala’.
Il giro dei bacari mi pare di aver capito che sia un must del venerdi sera veneziano, o almeno cosi’ mi ha assicurato la mia amica Claudia, padovana: due passi tra un calle e l’altro, un’alice impanata e un bianco da Fiore, un paio di sarde in saor all’Arco e via di quel passo, insieme agli amici, fino a fare la collezione completa dei locali.
Intanto a Venezia non devi guidare! 😀
Luoghi informali, insomma, che a volte accanto hanno anche la sala ristorante, anche se -secondo me- la parte bella e’ quella legata allo street food.

E adesso -finalmente- veniamo alla ricetta, semplicissima.

segnalibro

INGREDIENTI

tonno freschissimo a tranci

timo fresco, olio extravergine di oliva, 2 cucchiai di olive taggiasche, 1/2 bicchiere di vino bianco secco
facoltativo: aglio tritato (il tonno e’ cosi’ buono che non ha bisogno di insaporimenti particolari)

PROCEDIMENTO

  1. Saltate in un velo d’olio le olive taggiasche (dopo averle denocciolate) e un rametto di timo
  2. Passate adesso in padella, un lato alla volta, il tonno e spruzzatelo con il vino, facendolo evaporare
  3. Salate e pepate prima di servire

venezia

 

 

 

 

 

 

32 thoughts on “il Mercato del Pesce di Venezia, il Giro dei Bacari e il tonno alle olive

  1. Pentoxifylline To Buy [url=http://cialtobuy.com ]cialis[/url] Antibiotics Keflex
    100mg Levitra Buy Kamagra Jelly In London
    Selegiline cialis Discount Zentel With Free Shipping

  2. Pingback: colarts Diyala
  3. Pingback: DMPK
  4. Pingback: aws aws
  5. Pingback: GVK BIO
  6. Pingback: warehouse for sale
  7. Pingback: Free UK Chat
  8. Pingback: SEO company
  9. Pingback: satta king
  10. Pingback: forex signals
  11. Pingback: cash advances
  12. Pingback: iq iq
  13. Pingback: Simonovic
  14. Pingback: 토토사이트
  15. Pingback: this content
  16. Pingback: hard fuck on bed
  17. Pingback: visit here
  18. Pingback: website

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*