Fainä de ceixi – Farinata di ceci, ottima quando fa freddo, e non solo!

 

Fainä de ceixi – Farinata di ceci, ottima quando fa freddo, e non solo!

Piccola digressione: vi dirò che a volte mi stupisco. Alcuni amici sono rimasti sconvolti dal fatto che io faccia il pesto in casa, e ritengono le lasagne al forno una preparazione al di sopra delle casalinghe possibilità, per non parlare dei risotti, che vengono definiti lunghissimi da preparare.

Ho visto strabuzzare gli occhi perché facevo la farinata di ceci a casa: ci sono miei amici di Milano che fanno oltre 100 chilometri, on purpose, per mangiarla in Liguria.

Va da se’ che ci sono friggitorie liguri in cui e’ da lacrime agli occhi, ma una più che decorosa fainä (buona, oserei dire) la si può preparare anche a casa, visto he la lista degli ingredienti e’ minimale.

Se ci riesco io, che cose complicate non ne so fare, ce la possiamo fare tutti!

I puristi prscrivono l’utilizzo tegame di rame stagnato, a fondo spesso, e il forno a legna: io li ho entrambi, ma vi confesso che al mare, in estate, l’ho preparata anche nel forno di casa e con un normale tegame spesso in acciaio antiaderente, e l’abbiamo spazzolata lo stesso.

INGREDIENTI (per un tegame diametro circa 40 cm, che entri nel forno di casa)

750 gr di farina di ceci

750 ml di acqua

1/2 bicchiere d’olio etravergine di oliva

1 cipollotto fesco (facoltativo)

sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Premessa: le quantita sono indicative, quindi la prima volta magari non vi verra’ la farinta dei vostri sogni, ma dipende dale dimensioni del tagame che avete utilizzato, e vi regolerete in piu’ o in meno la volta successiva.

1. FONDAMENTALE

Bagnare la farinata, si dice a Genova. Bisogn mescolare in una terrina, alcune ore prima (c’e’ chi lo fa al mattino per la sera, ma basta anche meno), la farina di ceci con l’acqua fatta scendere a filo, agendo con la frusta a mano, in modo che non si formino grumi.

2. Aggiungere l’olio e il sale

3. Lasciar riposare, coperta con un tovagliolo, rimescolando di tanto in tanto

4. Accendere per tempo il forno, che deve essere caldissimo

5. Versare la “pastella di ceci” nel tegame preventivamente irrorato d’olio , e fare il classic “giro d’olio” sulla superficie della pastella, in modo che si vedano i laghetti e gli occhietti di condimento. Lo spssore del liquid non deve superare il centimetro

6. Infornare: occhio, perche’ la pastella e’ liquida, e se non la maneggiate con attenzione si versa nel forno. Dovete sperare che la griglia di appoggio sia ben in piano, altrimenti la vostra farinata risultera’ piu alta da un lato e piu’ sottile e secca dall’altro (ma la mangerete lo stesso, garantisco!)

7. Sara’ cotta quando fara’ una bella crosticina dorata sulla superficie: se invece dentro resta un pochino morbida e’ meglio.

8. Quando la estraete dal forno, lasciatela riposare alcuni minuti: deve esser consumata calda, ma se la tagliate dopo qualche minuto vi sara’ piu facile impiattarla senza che le fette si disfino.

9. Ricordate: la ricetta prevede che sopra le fette, nel piatto, si macini delcpepe nero.

E I cipollotti? Sono una variante: si possono affettare e mescolare alla “pastella”.

Vino in abbinamento?

Sempre e comunque un ligure doc: Vermentino, Pigato o Lumassina, direi!

 

 

7 thoughts on “Fainä de ceixi – Farinata di ceci, ottima quando fa freddo, e non solo!

  1. Viene benissimo anche nella teglia che di solito viene in dotazione con il forno. Oggi ho pubblicato il tuo polpettone versionato da me sotto la sezione FURTO DI RICETTE.

  2. Dopo pranzo allora vado a vedere!
    Imperdibile. Assolutamente.
    😀

  3. Aspetta aspetta che stasera metto una ricetta praticamente sconosciuta ai piu’, in quanto di nicchia delle valli Montegalesi, ma squisita!
    Da leccarsi i baffi!

      1. E intanto sono buone tutte e due!!!
        La farinata ai tempi di mia nonna, e pure la panissa, erano il mangiare dei poveri pensa… adesso se vai in friggitoria e compri un po’ di roba per 4 rischi di lasciarci un sacco di soldi: meglio farsela da se’!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*