Arrosto con salvia e sugo di porcini secchi in forno

 

 

Cari Amici,

quando si dice che si fa da se’ questo arrosto con salvia e sugo di porcini secchi in forno, e’ vero!
Non richiede nessun accorgimento particolare, e’ da principianti, ma e’ buono e quindi… why not?

In ogni caso tenete conto che si puo’ cuocere anche nel forno a legna, con recupero del calore della cottura della pizza: mentre il forno si spegne lentamente, si possono cuocere verdure, pane, carni e questo ormai lo sapete

INGREDIENTI

700 g di vitello o manzo eventualmente rivestito di salvia (lo prepara il macellaio gia’ cosi’ di solito, ma e’ facile infilare le foglie sotto lo spago) – fatei consigliare dal vostro macellaio lo stallo piu’ adatto!

3 patate

4 o 5 pezzi di funghi porcini secchi

aglio e cipolla in polvere (da barattolino delle spezie, ma potete anche usare quelli freschi)

1 cucchiaio di passata di pomodoro

olio, sale, pepe, whisky (o altro liquore che volete purche’ non dolce oppure vino bianco), rosmarino essiccato (o anche fresco), acqua o brodo vegetale q.b.

PROCEDIMENTO

1.Riscaldate il forno al massimo

2. Prendete la pirofila da forno di dimensioni adatte a contenere l’arrosto e le patate (piu’ stanno vicini e piu’ si insaporiscono) e versateci un filo d’olio (poco, eh!)

3. Posizionate l’arrosto in centro e le patate sbucciate e scubettate tutte attorno

4. Mescolate in una ciotola i funghi secchi sbriciolati con le mani, un po’ di aglio e di cipolla (diciamo un cucchiaino se sono essiccati, un paio di cucchiaini se si tratta di prodotto fresco e tritato), un pizzico di sale, un po’ di pepe macinato al momento, il rosmarino

5. Versate il contenuto della ciotola sull’arrosto e sulle patate, fate un giro leggerissimo di olio sopra a tutto, bagnate anche con il liquore o il vino (1 cucchiaio se e’ liquore, 2 se usate il vino) ed eventualmente aggiungete sul tutto una tazzina da caffe’ di acqua o brodo vegetale.

6. Infornate a forno caldo (200 gradi)

7. Dopo almeno 20 minuti, se vedrete che l’arrosto sta rosolando troppo in superficie e le patate stanno asciugando, aggiungere un’altra tazzina di acqua (leggerissimamente salata, se volete) mista a vino bianco (facoltativo quest’ultimo), mescolando leggermente le patate e coprire con un foglio di alluminio, proseguendo la cotture per altri 15-20 minuti.

BUON APPETITO!
Mi raccomando… affettate l’arrosto solo quando e’ tiepido, altrimenti le fette si rompono. Poi lo potete riscaldare con le patate nel micro onde.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*