Ed ecco tutte o quasi le immagini della Foodie Geek Dinner di Torino

Sono tornata “stanca, ma felice per la bella giornata trascorsa” come si scriveva alle elementari per chiosare i pensierini sulla gita domenicale: questa Foodie Geek Dinner di Torino e’ stata proprio un bell’evento.

A parte il mio successo personale, cioe’ quello duplice di aver piazzato il mio dolce nel menu e di esser stata premiata insiema ad altre partecipanti per la foto della mia tazzina di caffe’ speziato (si’, proprio io che son stata sempre rimproverata per le foto) sono felice di essere andata.

Dice sempre mio marito: “E’ meglio pentirsi per aver fatto una cosa che rammaricarsi del contrario” anche perche’ se non provi non sarai mai come poteva essere.

Naturalmente ci sono delle ovvie eccezioni, del tipo che il fuoco non si tocca perche’ si sa gia’ a priori che brucia!

Ma veniamo a noi: dopo un minimo di ricerca del parcheggio sono riuscita ad arrivare alla Foodie Geek Dinner di Torino, e la sala del Qubi’ era gia’ abbastanza affollata: tutti avevano il loro bel capo d’abbigliamento sbarluccicante (sbarluccica lo avrete forse sentito dire dalla Litizzetto, perche’ e’ un termine piemontese) e il sorriso delle grandi occasioni.

C’erano moltissimi sponsor tra cui Ford, Lenti, Cirio, Tucano, Tassoni, Groupon.. cioe’ insomma nomi grossi!
Se volete vedere tutti i nomi, guardate nelle foto: sul menu ci sono tutti, ma proprio tutti.

Appena entrati un aperitivo ci stava per entrare in partita, e ho fatto onore al Vermentino.

A questo punto, per par condicio, occorreva onorare anche il Cotto di Lenti, 100% di Torino, e neache qui mi sono tirata indietro, ma del resto sapete che non lo faccio mai.

E insomma, tra una chiacchiera e l’altra ci stava anche di inneggiare con un bel W la pappa al pomodoro di Cirio ( e per esser sicuri che fosse buona era meglio assaggiarne due porzioni, vi assicuro 😀 ), e di spazzolare la delicata crema leggera di verdure speziate con cialdina di parmigiano di Visto che buono: due appetizers molto gradevoli che preludevano al resto, e qui viene il bello.

Si’, perche’ su Fb si e’ disputata una bella gara, nella quale sono state votate alcune portate e un dolce in particolare, e queste scelte hanno decretato il menu preparato per la serata dai Cuochi Volanti:

polpette di quinoa con zucca e curcuma di Anna Bigane’

caprino al forno con barbabietola di Eleonora Zarauti

panna cotta allo zenzero con riduzione di liquirizia, di Silvia Leoncini, che poi sono io!

Caffe’ Lavazza, ma speziato (e squisito)

E’ inutile che vi dica che queste sono soddisfazioni da foodblogger, e che di queste campa il summenzionato.

Quindi, per le tre nominate, barili di brodo di giuggiole!

La mia panna cotta, poi, guarnita con le liquirizie Haribo’ e impreziosita dallo zenzero de L’Indispensario, era uno spettacolo!
L’idea di base me l’aveva data a Montecastelli lo chef di Renzini e poi mi sono consultata con la mia amica esperta di dolci, Anna Laura del blog Eatparadeblog.
Bisogna fare rete, no?

L’ambiente era informale e rumoroso, come si addice alle feste ben riuscite, cioe’ quando la gente non si annoia.

Ho conosciuto tra gli altri presenti Marcella, una signora Torinese che e’ un’artista della miniatura: costruisce cibo per bambole, cioe’ piccoli deliziosi incredibili capolavori da collezionista.
Ho passato un sacco di tempo a guardare le foto delle sue creazioni, da brava amante delle case per le bambole: vi consiglio il suo blog Minicaretti.it

Ma il fatto che mi rende piu’ felice, fiera e tronfia e’ che parecchie persone sono venute verso di me a mano tesa e sorrisone, dicendomi “Ah, ma tu sei Silvia, La Masca in Cucina! Ti ho vista in rete e so che hai partecipato ad un evento a Milano lo scorso sabato.”

Potevo volere di piu’?

Il mio ego sta per scoppiare! Ma credo che riusciro’ a trattenerlo, tranquilli!

Pancia e tasca, come si dice a Genova: oltre alla sporta di Tablecloths.it, contenente tanti prodotti offerti dagli sponsor, ho ricevuto anche il premio per la foto, cioe’ una caffettiera in vetro in cui preparare il caffe’ in infusione con le spezie.

Questa FGDTO2014 di Torino e’ proprio fantastica, e Maria Chiara e Francesca… deppiu’!

 

 

 

4 thoughts on “Ed ecco tutte o quasi le immagini della Foodie Geek Dinner di Torino

  1. Complimenti per il successo (meritatissimo) e grazie per la citazione! Il lavoro di gruppo è sempre quello che offre i risultati migliori 😉

    1. Verissimo! Io ci ho sempre creduto. Sono una testa fatta a mio modo, ma non ho mai paura che mi si faccia ombra ne’ sono usa farne io ad altri. La penso come te: la sinergia e’ fondamentale!

    1. Parecchissimo, direi! Ma lo scopo era quello, e direi che abbiamo fatto goal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*