Dammi quei cinque con i berries Dole e lo chef Spadafora

Estate, frutta, dolci leggeri: metti insieme i berries Dole e lo chef patissier Spadafora e assaggi cose che il piu’ degli umani non aveva ancora gustato.
A Milano la settimana scorsa e’ stata lanciata da Dole l’attivita’ promozionale #Dammiqueicinque, tesa  a far conoscere la delizia e le proprieta’ benefiche nascoste dei piccoli frutti di bosco.

13393335_10209620701385327_122225761_n (1)

Si gusta col palato, ma ancor prima con gli occhi, e il colore di lamponi, mirtilli, more, ribes e fragoline di bosco parla ai nostri sensi e ci dice mangiami, mangiami.

Noi Italiani li chiamiamo genericamente  frutti di bosco e gli anglosassoni berries, perche’ appartenenti alla categoria di cui fanno parte blueberries, raspberries, strawberries… 
Si tratta sempre di piccoli frutti dai colori blu e rosso accesi e il sapore particolare, composto da una parte dolce e una acida: non e’ un caso che siano la frutta preferita per il fine pasto, proprio per questa punta di acido che predispone alla digestione.

berries Dole

Lasciarsi tentare non puo’ farci che bene, perche’ i berries sono assai ricchi di vitamina C, Vitamina K e Acido Folico, indispensabili tutti per un metabolismo sano e anche per la bellezza della pelle: l’argomento e’ particolarmente interessante -o dovrebbe esserlo- per le signore non piu’ giovanissime, ma e’ valido per tutti fin dall’infanzia.
Si parla ovunque di antiossidanti che contrastano la circolazione dei radicali liberi: ebbene, i piccoli frutti rossi e blu ne sono ricchissimi e la dottoressa Mary Ann Lila, direttore del Plants for Human Health Institute della North Carolina State University ha assicurato che ogni frutto -avendo un diverso mix di fitoattivi- contribuisce in maniera diversa al benessere del nostro organismo.

Aiuto nella regolazione della pressione arteriosa e maggior equilibrio delle funzioni intestinali grazie all’alto contenuto di fibre sono alcuni dei benefici destinati a chi li consuma, insieme a maggior difficolta’ di circolazione dei radicali liberi e rallentamento dell’ossidazione cellulare.

Si ipotizza quindi anche un rallentamento e un ostacolo alla formazione delle cellule tumorali, specialmente per il colon.

Personalmente ci aggiungerei l’effetto tonico dell’umore, che i colori blu e rosso sferzano con allegria, e il fatto che anche la persona pigra a sbucciare un frutto o trattenuta dalle sue dimensioni (il classico “ma se poi non lo mangio tutto?”) non riesce a trattenersi dal mangiare i berries uno dietro l’altro, assumendo vitamine e sali minerali che spesso scarseggiano in diete povere di frutta.

I berries Dole – ci ha detto la dottoressa- consumati freschi sono chiaramente il top, ma vanno bene anche cotti ( e la prima cosa che mi viene in mente e’ un meraviglioso muffin al mirtillo oppure un bel cucchiaio di marmellata di lamponi).
Personalmente desidero sottolineare come la vitamina C in particolare sia idrosolubile: la frutta cotta per un tempo prolungato tende a perdere vitamine, quindi se proprio dobbiamo cuocerla, conviene preferire cotture veloci e possibilmente al vapore in luogo di quelle in acqua, proprio per evitare la dispersione delle vitamine.
Non roviniamo la meraviglia della dolcezza e dell’acidita’ intrinseche nei berries con la cottura prolungata!

Un buon compromesso, se si desidera far assumere ai berries Dole una consistenza leggermente cotta, potrebbe essere secondo me quella di spadellarli velocemente.

Ma… ma… ma…

So che siete curiosi perche’ vi ho fatto balenare il nome di Domenico Spadafora!

Domenico Spadafora

Ebbene si’: poiche’ nel mondo del food non di sole parole si vive, ma anche di assaggi, i berries Dole ci hanno offerto uno strepitoso cooking show del grande pasticciere, campione mondiale 2011.

Eccovi alcune immagini, che spero contino piu’ delle parole.

Spadafora si e’ esibito in alcune preparazioni sia dolci che salate con abbinamento ai piccoli frutti, belle per gli occhi e goduriose per il palato.

E, se siete amanti delle sperimentazioni in cucina, ecco una sua ricetta creata in esclusiva per Dole.
Provatela e deliziatevi, intanto se continua questo tempaccio la prova costume e’ ancora lontana e poi i berries Dole regalano energia, non ciccia!

Bianco mangiare con crema leggera di lamponi Dole

berries dole

Bianco mangiare

600 gr panna semimontata di riso

Procedimento

Portare ad 82 gradi il latte, la bacca di vaniglia e la purea di mandorla.

Aggiungere la gelatina precedentemente ammorbidita in acqua fredda, far

raffreddare e aggiungere la panna semimontata.

Crema leggera al lampone

Procedimento

Unire insieme le uova, i tuorli e lo zucchero, aggiungere la polpa di lamponi e far bollire

delicatamente, aggiungere burro freddo e zest di lime. Far raffreddare prima dell’utilizzo.

Centrifuga di frutti rossi e zenzero

Procedimento

Cottura con pellicola in microonde per 3 minuti alla massima potenza.

Acqua di lamponi

Procedimento

Portare a bollore l’acqua con la gelatina far raffreddare e mixare con la polpa di lamponi,

fa r riposare in frigo filtrandola per 12 ore.

 

Silvia, #storytellerdiCuneo

 

 

 

32 thoughts on “Dammi quei cinque con i berries Dole e lo chef Spadafora

  1. Pingback: bet535
  2. Pingback: DMPK Services
  3. Pingback: Gvk Bio
  4. Pingback: adwords agency
  5. Pingback: Innovation Tree
  6. Pingback: 主页
  7. Pingback: gypsies
  8. Pingback: CYP phenotyping
  9. Pingback: laws
  10. Pingback: poker online
  11. Pingback: blacharz łódź
  12. Pingback: this page
  13. Pingback: fitness gear
  14. Pingback: Free UK Chat
  15. Pingback: RuneScape accounts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*