Abbiamo costruito il nostro forno a legna tutto da soli

Cari Amici,

il nostro forno a legna, personaggio di famiglia e non oggetto inanimato, e’ stato voluto, cercato, adottato come un bimbo e costruito con amore dai due uomini di casa, mio marito e mio figlio, ben quattro anni fa.

Attorno a lui e’ nata l’idea del blog, per raccontare ricette, vita di montagna e tradizioni locali.

Innanzitutto si e’ dovuto trovargli un luogo accogliente, creargli una base solida e isolarla bene riempiendola di pallini di argilla.

E poi scaricarlo dalla macchina non e’ stata una passeggiata: il nostro Fiore Forni pesa ben 350 kg!
Ma la Volvo XC90 e’ stata massiccia a reggere il peso, quindi dobbiamo farcela.

A questo punto bisogna issarlo sulla base!

……

Ed eccolo chiuso con la sua cupola.
Ovviamente se fai un lavoro in giardino si mette a piovere… pazienza!

Ora lo racchiudiamo nella casetta e la isoliamo bene con argilla espansa perché non disperda: per una questione di eleganza gli decoriamo il frontone con una piattabanda (non si pettinano bambole da noi!)

Naturalmente adesso ci occupiamo del tetto, delle sue travi, del comignolo.

E poi, ce lo concedete camino autocostruito con la rivettatrice, simpatico e funzionale?

E ora… l’accendiamo?

 

 

… 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*