Conosci la Trattoria Roma di Cuneo?

Immagina di andare in fondo in fondo a via Roma, verso la punta del “cuneo” sul quale sorge appunto la città di Cuneo: sotto i portici a sinistra ad un certo punto infilati in un androne e troverai un cortiletto tranquillo con un’insegna: Trattoria Roma.

L’edificio è medievale e si vede: guarda alla base di quella colonna e potrai intravedere l’ acciottolato del 1200!

trattoria roma
Il ristorante si compone di alcune salette, ciascuna delle quali ha una storia da raccontare: dove c’è la colonna c’era un antico magazzino di granaglie e fuori nel cortile sorgeva un grande forno.
La stanza adiacente al magazzino, che si apriva sulla strada posteriore, parallela a via Roma, serviva per ricoverare gli animali, ad esempio i muli, utilizzati per trasportare le materie prime.
Pensa: era così importante prendersi cura di loro, che anticamente in questa stanza -nella quale venivano legati al muro tramite dei grossi anelli metallici, c’era un grande camino per poterli riscaldare.
Il bello della Trattoria Roma quindi sta innanzitutto nell’ambientazione storica e nell’arredo che alterna mobili antichi a quadri moderni.
E poi c’e l’entusiasmo e ci sono i piatti che la signora Annalisa e la figlia Marianna preparano ogni giorno: vanno molto fiere della finanziera, del piccione che cucinano ancora in omaggio alla tradizione piemontese, del pane e della pasta fatta in casa.

trattoria roma
“In questo locale si cucina seguendo la filosofia di Slow Food, utilizzando materie prime di qualità prodotte senza sfruttamento dell’uomo” dice Davide Rabbia, marito della signora Annalisa.
“Ci siamo trasferiti in questa sede del 2013 provenendo da Castelletto Stura, dove avevamo aperto la Trattoria Roma nel 2000, e ci siamo portati dietro l’insegna originale.
Qui siamo nel luogo dove sorgeva I galli neri, che è stato chiuso nel 1970, ed è stato forse il piu’ antico e noto ristorante di Cuneo.
Possiamo servire 45-50 coperti con un menu che offre circa 20 e abbiamo una carta dei vini che comprende parecchie etichette piemontesi e di altre zone d’Italia”
Perché avete scelto di partecipare e Mille luci nel piatto? – chiedo
Davide e Annalisa sorridono, mentre servono un secondo a Marco e Daniela, titolari del Senza Fretta venuti a pranzo alla Trattoria Roma: ” Perche’ siamo convinti che ci siano delle bellezze artistiche in Cuneo che la gente non conosce e che sarebbe bello promuovere: chi parteciperà alla cena vedrà via Roma e tutta la città letteralmente sotto una luce nuova e non potra’ far altro che innamorarsene”

mille luci nel piatto

Ai lettori di questa pagina e a coloro che parteciperanno alla cena Mille luci nel piatto la Trattoria Roma regala questa ricetta, preparata con il coniglio grigio di Carmagnola, presidio Slow Food.

Coniglio grigio di Carmagnola e mirtilli

coniglio grigio di Carmagnola

Un coniglio
una cipolla
un gambo di sedano
una carota 
timo, rosmarino, due foglie di alloro
tre bicchieri di vino bianco
brodo vegetale quanto basta
 
Procedimento
 
1. lavare e sbucciare le verdure
2. Lavare tagliare il coniglio
3. Rosolare le verdure dell’olio
4. Aggiungere il coniglio e rosolare a fuoco vivace
5. Bagnare con vino biancoAggiungere i mirtilli
6. Aggiungere piano piano il brodo e portare a cottura per almeno un’ora e mezza

34 thoughts on “Conosci la Trattoria Roma di Cuneo?

  1. Pingback: Political Diyala
  2. Pingback: insulation
  3. Pingback: ADME Studies
  4. Pingback: view website
  5. Pingback: astrology
  6. Pingback: stumbleupon ads
  7. Pingback: UK Chat Rooms
  8. Pingback: cmovieshd
  9. Pingback: 蜘蛛
  10. Pingback: Berufsbekleidung
  11. Pingback: coehuuman
  12. Pingback: Recipe Videos
  13. Pingback: Java Tutorial
  14. Pingback: free forex signals
  15. Pingback: sbobet coom
  16. Pingback: DMPK
  17. Pingback: cum compilation
  18. Pingback: 토토사이트

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*