Condominio di matti – EPISODIO 14

 

Un condominio e’ un porto di mare: non si sa chi entra, non si sa chi esce, ma un minimo di occhio conviene buttarlo, ogni tanto, a scanso di brutte sorprese.

E fu cosi’ che, mentre prendeva il fresco (si fa per dire) sul terrazzo in una afosa nottata di luglio, il Condomino XY vide passare 15 volte una Punto verde guidata da un uomo di mezza eta’, che ogni volta rallentava davanti al suo portone e guardava su verso i poggioli, poi rallentava ancora, come se non riuscisse ad orientarsi, riguardava e infine proseguiva.

Puntualmente, dopo dieci minuti tornava, come se cercasse qualcuno, o qualcosa, o almeno un segnale.

A dirla tutta, l’automobilista curioso non sembrava pericoloso.

Aveva piuttosto l’aria del distinto ultrasessantenne, capelli d’argento, aria pacioccosa e Lacoste azzurrina, ma e’ risputo come i delinquenti  non vadano in giro  col catello Pericolo ben visibile sulla schiena.

E quindi, guardati da tutti, che non sbagli – penso’ XY

Cominciava a star davvero sulle spine, dopo il 10 passaggio, e al 15 si segno’ la targa, riservandosi di usarla, se necessario.

Al diciassettesimo passaggio con testa fuori dal finestrino, XY non ce la fece piu’: da lui erano gia’ entrati due volte, e lui non era disposto a concedere una terza visita indesiderata alla sua abitazione.

E cosi’ chiamo’ il 112, narrando gli eventi e marcando bene l’accento sul fatto che di recente, nel quartiere, almeno 20 appartamenti erano stati ripuliti.

Non sempre a queste chiamate segue un intervento, vista l’esiguita’ di mezzi delle forze dell’ordine rispetto alle necessita’ operative, ma questa volta la pattuglia era gia’ in zona.

Si apposto’ quindi li’ davanti

XY vide tutto dal balcone: il signore attempato che si fermava, mostrava i documenti, discuteva animatamente e poi se ne andava.

Bene, penso’ XY, almeno non e’ una spia dei ladri.

Tanto rumore del nulla.

Sono proprio stronzo.
Ma e’ meglio preoccuparsi prima che rammaricarsi dopo; adesso dormiamo.

Tre giorni dopo tutto il palazzo venne a conoscenza di un fatto incredibile: un vigile urbano, chiamato dagli abitanti del palazzo accanto, aveva elevato salatissima contravvenzione ad un Condomino che in terrazza, in piena notte, organizzava festini hard con  loschi figuri di sesso maschile provenienti dall’Est e gran scandalo dei vicini.

Ma vuoi vedere che il nonnetto…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*