Bagna di porri, delizioso e robusto condimento piemontese

 

Conosci la bagna di porri del Cuneese?
E’ un sugo contadino saporitissimo  e fatto di pochi ingredienti: porri, burro, latte e panna.
La bagna di porri e’ di stagione, semplice ed ottima con la pasta fresca, gli gnocchi e la polenta, ancor di piu’ se la polenta fosse di grano saraceno, ma va bene anche con quella classica di mais.
E visto che oggi le previsioni dicono che a breve arrivi il freddo, io direi di portarsi avanti col lavoro ed entrare decisi in autunno, anche gastronomicamente.

Potremmo preparare una bella  polenta e condirla con la bagna di porri: che ne dite?

Occhio pero’ che finirete per mangiarla a cucchiaiate e spalmarla sul pane, perche’ il suo sapore piace davvero a tutti!

Per non parlare di quanto vi piacerebbe con i tagliolini freschi…

Tra parentesi, la bagna di porri -tipica delle Valli Monregalesi nelle quali abito- e’ sconosciuta ai piu’, ma troverete una ricetta raccolta dai bimbi delle scuole proprio presso le loro famigli: eccola QUI, leggetela!

Chiaramente la ricetta e’ differente dalla mia, ma ognuno ha la sua versione familiare.

INGREDIENTI per 4/5 persone

3 porri affettati sottilmente

50 g di burro,

250 ml di panna liquida fresca

100 ml latte

sale, pepe q.b.

PROCEDIMENTO per 4/5 persone

1. Stufate nel burro 3 porri affettati sottili sottili, lasciando qualche parte verde (tra le piu’ tenere) per dare colore, ma non troppa: fateli piu’ sottili che potete.

 

bagna di porri

2. Aggiungete gradatamente latte e panna in quantita’ proporzionata alla massa di salsa che volete ottenere, e fate addensare fino ad ottenere una crema.
La bagna di porri dovrebbe cuocere appoggiata alla stufa legna in una angolo, per ore a costo zero, addensandosi naturalmente come se ci fossimo dimenticati di lei: si faceva cosi’ un tempo anche con a bagnacauda.
E’ chiaro che chi non ha la possibilita’ di avere la stufa a legna alla fine, per addensare e render cremosa la salsa, dara’ un giro veloce col frullatore ad immersione e non lo saprà mai nessuno!  

bagna di porri

3. Regolate di sale e pepe

4. Appena la polenta sarà pronta, mettete in tavola, accompagnando con un buon Dolcetto di Dogliani
Se per caso avete una bottiglia di Barbaresco che piange solitaria in cantina, toglietela da soffrire e portatela in tavola!
Buon appetito!

bagna di porri

Ps. La prossima colta provate con i tagliolini e mi direte!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*