Accoglienza comme il faut al FuoriExpo della Regione Calabria presso il Mercato Metropolitano di Milano

 

Sono colpevole di poca conoscenza dell’Italia del Sud -a tratti di conoscenza nulla, se si fa eccezione per il Salento, la Sila che mi ha fatto intravedere la mia amica Anna Laura di Eatparadeblog, Sorrento e Ischia- ma una cosa la so da sempre: l’accoglienza dei popoli dell’Italia Meridionale e’ leggendaria, e cosi’ e’ stato anche per quel che concerne la mia esperienza durante l’evento Fuori Expo organizzato dalla Regione Calabria e dal G.A.L. Sila al Mercato Metropolitano di Milano il 9 settembre di quest’anno, durante il quale  alcune selezionate blogger italiane (tra cui io, con somma soddisfazione) dovevano cucinare calabrese.

Lasciatemi dire che la cosa più bella di Expo e’ che stampa il sorriso sulle facce di tutti (o quasi, perche’ qualche brontolone per ruolo lo si trova sempre), per cui ti trovi in mezzo a persone che stanno lavorando, ma sembra che siano ad una festa.

L’ho verificato con mano parecchie volte, perche’ per mia fortuna -e mi sento una privilegiata- sono stata invitata numerose volte ad ExpoMilano 2015: a chi partecipa ai workshop, agli eventi, agli stand promozionali di una regione o di uno stato l’idea di essere parte di questi ingranaggi mondiali piace proprio.

Appena sono entrata al Mercato Metropolitano di Milano, ancor prima di vedere la sua figura per intero, ho scorto il sorriso a 74 denti di Anna Laura, paludata nella casacca nera con logo bianco e verde: era un sorriso modello Stregatto, serie inviata speciale della Regione Calabria con l’incarico di coordinare e realizzare le interviste e i cooking show, insomma: una limited edition del tutto esplosiva e incontrollabile.

stregatto_calabria

Piglio deciso e meritata soddisfazione stampata in faccia, eccola li’: e’ sempre un piacere quando vedo la mia sister Anna Laura (o -come dice lei- step sister) contenta per le soddisfazioni conquistate sul territorio.
Non ho potuto partecipare, a causa di un altro impegno, al blog tour che ha organizzato a giugno 2015 per Aifb (credo che mi abbia odiata per alcune settimane e forse anche di piu’) al quale ero stata invitata non come membro dell’Associazione, ma come storyteller direttamente da Fattorie Aperte in Sila (ne vado assai orgogliosa), ma ho seguito il suo svolgimento passo-passo e so che e’ stato una grand avventura di conoscenza per i partecipanti e di promozione per la Calabria dell’interno, oltre che un’occasione per mia amica di farsi apprezzare sul territorio: occasione colta, sudata, meritata e centrata in pieno.

Faccio un piccolo inciso perche’ sul mio sito scrivo -nei termini del lecito- cio’ che voglio e quindi vi dico senza peli sulla lingua che aprire un blog indipendente e’ facilissimo sulla carta (basta pagare il dominio o anche sceglierne semplicemente uno gratuito), ma non altrettanto semplice e’ invece farsi notare e seguire, conquistando un angolino personale nella rete, avendo a disposizione solo le proprie esigue forze (niente pubblicita’, grandi mezzi per conquistare visibilita’, rete di conoscenze per le condivisioni) e tanta voglia di fare.
Immaginate quindi quanto orgoglio balzi fuori quando il mondo che ti circonda, e il territorio al quale sei cosi’ legata, iniziano a notarti, apprezzarti, ricercarti.
Sta succedendo a Eatparadblog e succede a La Masca in Cucina, siti gemellati per amicizia: evviva, sempre avanti e mai paura!

calabria

Fine del pistolotto e torniamo al nostro film “L’Italia cucina Calabrese

Missione: mettere in scena, come a teatro, dei cooking show , nei quali alcune food blogger italiane devono cucinare calabrese

Location: l’area cooking che si affaccia sul mercato interno e sulle scaffalature dei prodotti

Trama: la food blogger ospite arriva, viene intervistata da Eatparadeblog mentre il regista/fotografo Stefano Citrigno filma tutto e poi procede con la sua creazione, anch’essa filmata

Attore protagonista: la Calabria, con i video dei prodotti e dei paesaggi che girano sullo schermo

Attore Co-protagonista: Eatparadeblog, ça va sans dire

Altri attori di rilievo in ordine alfabetico: Sara Bonaccorsi, Silvia Leoncini, Michela Nobile, Alessandra Petteni

Comparse: i frequentatori del Mercato Metropolitano, assai incuriositi e attirati dai profumi (tra tutti citiamo il fritto, che spopola sempre) e dalle preparazioni: pasta al ferretto, turdilli…

Ospite inatteso, ma gradito: Marzia Riva

Regia: Stefano Citrigno

Guest star: la canapa

E qui, miei cari Lettori, si e’ aperto tra noi partecipanti un mondo di battute, risate, complicita’, ironie, strizzatine d’occhio assolutamente inarrestabili per quanto immotivate.
Si’, perche’ la canapa in questione e’ legale dal 1998  per uso alimentare (anche se ancora ai primi di settembre proprio in Calabria ne sono state sequestrate 5000 piante a causa di un fraintendimento subito risolto): e’ a bassissimo contenuto di THC (0.02% se non ricordo male cio’ che mi hanno detto a Milano) e i semi non ne contengono.
Per contro, i semi stessi hanno costituito uno degli alimenti del passato (si ricavava olio e farina) e non solo in Italia, ma in tutto il mondo, anche in Nepal e in Russia ad esempio: chiaramente un tempo si macinava ogni tipo di canapa, mentre oggi si selezionano varianti della cannabis sativa per uso alimentare che -come dicevamo- e’ legale in quanto priva di sostanze psicoattive come da norma di legge.

Per sfatare le leggende metropolitane e i pregiudizi alcuni produttori calabresi hanno confezionato delle magliette assai ‘aggressive’ dal punto di vista grafico, con la foglia in primo piano (del tutto identica a quella della cannabis indica) e la scritta produttori di canapa.
Sdrammatizzare per veicolare la conoscenza.
Immaginate un po’ se #MatteoFalcon sia stato o no omaggiato di una T-shirt con la quale shoccare gli amici e i colleghi di universita’!
😀

calabria

La canapa era una delle coltivazioni domestiche principali anche nelle Vallate Cuneesi (n particolare in Valle Corsaglia, proprio vicino a casa mia) e costituiva una piccola fonte di reddito aggiuntivo all’economia familiare di pura sussistenza: le donne la filavano la sera nelle stalle, durante le veglie al caldo, e vendevano i tessuti che preparavano al telaio alle signore della citta’.

Sappiate anche che i coltivatori di Assocanapa erano presenti, quest’anno, alla Sagra del Peperone di Carmagnola (TO).

Personalmente -e qui torniamo al tema dell’accoglienza che ho citato nel titolo- sono tornata a casa la sera (a malincuore, perche’ si stava animando il mercato e c’era aria di festa e di musica) con un sacchetto di farina di canapa per confezionare delle tagliatelle e qualche altra ricetta: ne avevo usato un pizzico -di solito si sta sul 10% del totale di farina utilizzata- per le focaccine preparate al cooking show (ormai sono il mio marchio distintivo) e il sapore mi e’ sembrato molto marcato e gradevole.

calabria

Vi do quindi appuntamento qui sul sito per conoscere tutti i prodotti di cui sono stata omaggiata dalla calorosa accoglienza silana: soppressata di suino nero, ‘nduja, formaggi ovocaprini… eh, vorrei che foste nel mio frigo adesso.
O forse no, perche’ me lo svuotereste.

Ho avuto il vantaggio innegabile di uscire dal Mercato Metropolitano accompagnata da Anna Laura e ogni stand dal quale ci soffermavamo, per far cosa gradita a lei, ci ha deliziati di assaggi (c’era anche #MatteoFalcon come sapete, che non manca mai se c’e’ una degustazione in vista) e poi mi sono magicamente ritrovata in mano un sacchetto di leccornie.

Cose che capitano ai food blogger a volte e che li trasformano in storyteller perche’ ci sono avventure belle da raccontare!

Silvia, #storytellerdiCuneo

 

 

 

 

28 thoughts on “Accoglienza comme il faut al FuoriExpo della Regione Calabria presso il Mercato Metropolitano di Milano

  1. Pingback: iraqi Coe
  2. Pingback: GVK BIO PK
  3. Pingback: ppc optimization
  4. Pingback: warehouse for rent
  5. Pingback: see it here
  6. Pingback: freemoviesz
  7. Pingback: redes informática
  8. Pingback: satta king
  9. Pingback: iq colarts
  10. Pingback: questions
  11. Pingback: DMPK studies team
  12. Pingback: Timotic
  13. Pingback: system
  14. Pingback: penis enlargement
  15. Pingback: Free UK Chat
  16. Pingback: maha pharma legit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*