Acciughe fritte

 

Cari Amici,

non ridete, ma dappertutto si parla di alici impanate e fritte, mentre a Genova, da che ricordi io (il che fa un cospicuo numero di anni, mio malgrado) si sono sempre chiamate acciughe fritte.
Acciughe, mai alici, e vi diro’ anzi che credo fermamente che mia nonna non sapesse proprio che cosa fossero le alici, anche se le mangiava regolamente al venerdi!

😀

Ora che siamo tutti in rete, ho imparato che si tratta dello stesso pesce, ma mi dispiace quasi che i ristoranti liguri abbiano sostituito il nome nei loro menu!

A parte questo, voi direte: ma ci vuoi propinare per ricetta una cosa banale come le acciughe (pardon, alici) fritte: ti sei bevuta il cervello, La Masca in Cucina?
In realta’ ne’ no: sono il vanto della cucina genovese!
E questa non e’ una ricetta, ma una puntualizzazione.

C’e’ chi le spina, le impana come una cotoletta (uovo e pangrattato) e chi invece -intenditore!- le infarina appena e le frigge!

Ecco, il sapore di Genova e’ racchiuso nel secondo procedimento: ci senti il mare dentro!

Farina e olio, non serve altro.

E buon appetito.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*